Provenienza dei Tappeti

Il disegno di un tappeto è fondamentale; é in base a questo che è possibile capire o risalire al luogo di tessitura, quindi alla sua provenienza.

I tappeti si possono dividere in due grandi gruppi: i tappeti tribali e quelli di villaggio e di città.

I tappeti tribali sono generalmente realizzati a mano dai nomadi e spesso sono di piccole dimensioni: questo perché realizzati con il telaio orizzontale, di facile costruzione e più adatto agli spostamenti delle tribù.

Questi tappeti sono solitamente spessi, con motivi decorativi geometrici. I tappeti di villaggio e di città invece sono realizzati in laboratori permanenti con telai verticali, la loro qualità varia dal più grezzo al più pregiato e le loro dimensioni sono delle più svariate.

L’Iran è la culla del tappeto e da sempre è risaputa la preziosità dei tappeti persiani, ma esistono anche altre zone di produzione in Europa, come l’Albania, la Bulgaria e la Romania, per passare alla Turchia e all’Azerbaijan ed inoltrarsi nel medio oriente con il Pakistan e l’Afghanistan, per finire in oriente in Cina.

In quantità decisamente minore vengono prodotti tappeti anche nel Nord Africa: in Marocco, Tunisia ed Egitto.

 

 

 

restauro-tappeti-roma-preventivo-gratuito